«Sergio Marchionne Student Achievement Awards». Premiati 29 ragazzi ciociari

Nov 12, 2019

L’iniziativa assegna ogni anno premi e borse di studio ai figli dei dipendenti di Fiat Chrysler Automobiles e di Cnh Industrial
di Silvia Morini

La Fiat Piedimonte San GermanoPresenti anche 29 ragazzi, figli di dipendenti dello stabilimento di Piedimonte San Germano, tra le centinaia di giovani che questa mattina a Torino, sono stati premiati nell’ambito del «Sergio Marchionne Student Achievement Awards». L’iniziativa, giunta ormai alla ventiquattresima edizione, assegna ogni anno premi e borse di studio ai figli dei dipendenti di Fiat Chrysler Automobiles e di Cnh Industrial. In Italia sono stati assegnati riconoscimenti a 282 giovani, ma i premi vengono anche distribuiti in altri Paesi dove i due Gruppi hanno una loro presenza significativa, tra cui Brasile, Cina, Francia, Belgio, Polonia, Spagna, Portogallo, Gran Bretagna, Stati Uniti, Argentina, Canada, Messico e Serbia.

Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti il Presidente di Fiat Chrysler Automobiles, John Elkann, e il Chief Operating Officer Emea (Europe, Middle East, Africa, ossia Europa, Medio Oriente, Africa), Pietro Gorlier. Creato nel 1996, il programma dei premi e delle borse di studio – intitolato dallo scorso anno all’ex Amministratore Delegato di Fiat Chrysler Automobiles scomparso nel luglio 2018 dopo oltre 14 anni di attività all’interno del Gruppo – ogni anno assegna circa 2mila riconoscimenti in denaro per coloro che hanno conseguito i migliori risultati al termine dei cicli di studio di livello medio superiore e universitario.

«Se volete andare da qualche parte, lasciare un segno – ha detto Pietro Gorlier parlando ai figli dei dipendenti – allora prendete dei rischi, sfidate l’ignoto e buttatevi nel mondo senza sapere cosa troverete. Non cercate il lavoro più facile o quello più comodo. Scegliete invece qualcosa che vi metta alla prova e che vi spinga oltre quello che già conoscete. Per questo è importante ricordarsi a cosa serve davvero lo studio: non serve per imparare a vedere il mondo con gli occhi degli altri, ma per imparare a capirlo con i propri. Questa è la vera essenza della libertà.  Ci sarà sempre una grande pressione intorno a voi, vi diranno in molti cosa fare e molti saranno pronti a sottolineare i vostri errori. L’unico modo per essere sempre se stessi è quello di decidere con la vostra testa».

 

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest