Settantamila bambini sfollati a causa delle ostilità nel nord della Siria

Ott 16, 2019

Il direttore generale dell’Unicef: ci sono morti tra siriani e turchi
di Redazione

Circa 70mila bambini sono sfollati a causa delle ostilità nel nord est della Siria, che si sono acuite da una settimana, mentre almeno quattro bambini sono stati uccisi e altri nove feriti: lo conferma in una nota Henrietta Fore, direttore generale dell’Unicef, il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia. Fore ha proseguito riferendo che «sette bambini sarebbero invece stati uccisi in Turchia, mentre tre strutture e veicoli sanitari e una scuola sono stati attaccati. La stazione idrica di A’louk che forniva acqua a circa 400mila persone ad Al-Hasakeh e’ fuori servizio». Il direttore generale esprime dunque preoccupazione per gli almeno 170mila bambini che potrebbero avere bisogno di assistenza umanitaria a causa delle violenze in corso nell’area. Nonostante i combattimenti nell’area, il Fondo Onu sta lavorando con i suoi partner per garantire assistenza umanitaria immediata, che comprende prima assistenza alle famiglie che arrivano presso i rifugi collettivi; distribuzione di 95mila litri di acqua e 12 cisterne per sopperire alla mancanza di acqua nei rifugi presso la citta’ di Al-Hasakeh; pianificazione della riparazione della stazione di A’louk; assistenza primaria per la salute, con screening sullo stato nutrizionale di donne e bambini. Gli operatori dell’Onu continuano a supportare la distribuzione di acqua potabile e a fornire servizi per la salute e la nutrizione al campo di Al-Hol, dove vivono circa 64mila bambini e donne.

«Rivolgiamo un appello alle parti in conflitto – ha detto Henrietta Fore –  e a tutti coloro che possono esercitare un’influenza di proteggere i bambini in qualsiasi momento. Questi combattimenti nel nord-est della Siria e ovunque nel paese devono preservare le infrastrutture civili, che non devono essere utilizzate per scopi militari».

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest