venerdì, Ottobre 18

Acque agitate alla Conad. Licenziamenti in corso


Oltre mille e 500 lavoratori a rischio nel Lazio. Diciottomila in tutto il Paese.

di Nico Luzzaro

Ancora licenziamenti per i lavoratori del mondo del commercio. E ancora nuove crisi per i punti vendita della Capitale. È la volta dei dipendenti del Conad di via Appia 181  che dovrebbe chiudere i battenti a breve. Ieri improvvisamente i 21 lavoratori del supermercato sono stati dichiarati in esubero per cessazione di attività. Il tutto mentre a livello nazionale i sindacati stanno trattando per tutelare i 18 mila lavoratori del gruppo Auchan Simply che verrà assorbito proprio da Conad.

“Siamo al paradosso – commentano dalla LUilTucs del Lazio – mentre al tavolo nazionale Conad prova a dare garanzie di rilancio e tutele per i lavoratori Auchan, su Roma licenzia i propri. Quale credibilità possono avere le loro promesse?” Il timore è che la mancanza di controllo e supervisione a livello territoriale penalizzi ulteriormente i lavoratori di tutta la Penisola. Si parla di grossi numeri: ben 18 mila a livello nazionale e 1.500 nel Lazio, dove sono presenti 46 punti vendita. Al momento nella nostra regione soltanto 613 dipendenti sono stati inseriti da Conad nella fase di integrazione che verrà ultimata entro la fine di gennaio 2020. Per gli altri 887 il futuro resta parecchio incerto e gli esuberi di ieri non aiutano certo a nutriregrandi speranze. La richiesta dei sindacati è che l’azienda dia risposte immediate e certe perché “i lavoratori hanno ovviamente il diritto di conoscere la realtà dei fatti e il proprio destino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.