sabato, Luglio 20

Sequestro da 851mila euro ai titolari di uno stabilimento balneare di Ostia


Le indagini hanno portato alla luce transazioni finanziare anomale. Dal 2012 le imprenditrici avevano effettuato versamenti ingiustificati di denaro

di Redazione

Sequestro da 851mila euro ai titolari Sequestro da 851 mila euro, nei confronti di un’imprenditrice romana e della sorella che gestiscono uno storico stabilimento balneare di Ostia, alle porte di Roma. A eseguirlo il Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di finanza. Il provvedimento è stato disposto dal gip su richiesta dalla Procura di Roma per i reati di autoriciclaggio e appropriazione indebita.

Le indagini sono state avviate a seguito di alcune transazioni finanziarie anomale. Nello specifico i finanzieri hanno appurato che le imprenditrici a partire dal 2012 avevano effettuato ingenti e ingiustificati versamenti di denaro contante sui propri rapporti bancari personali, per un ammontare di oltre 1,2 milioni di euro.

Somme – secondo fiamme gialle e Procura – frutto di un meccanismo di sottrazione di proventi in nero derivanti dallo svolgimento dell’attività dello stabilimento balneare, che venivano distratti dall’attività aziendale per essere destinati a scopi personali. Gran parte di queste somme – per l’importo di 851 mila euro – sono state investite nella sottoscrizione di polizze assicurative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.