Al Parco del Circeo minacce per il comandante dei forestali

Giu 24, 2019

di Giancarlo Narosi

parco circeo minacceMinacce e intimidazioni al parco del Circeo. Tre taniche di liquido infiammabile e una lettera minatoria per il comandante dei carabinieri forestali di Sabaudia sono state ritrovate al mattino nella sede del parco nazionale. Un brusco risveglio, un episodio vile, condannato immediatamente dalla politica.

«Un gesto volto a condizionare chi ogni giorno lavora e lotta per la tutela della legalità e dell’ambiente in una zona sotto attacco del malaffare e degli appetiti criminali – commenta il ministro dell’Ambiente Sergio Costa – siamo al fianco dei Carabinieri Forestali che continuamente controllano e presidiano il parco. Stiamo lavorando con tutte le forze politiche per portare a casa nel minor tempo possibile le nomine, proprio a partire da quella del Circeo. È una nuova visione quella che portiamo avanti: competenza, lotta all’illegalità e trasparenza devono viaggiare insieme». «Taniche di benzina e lettere varie – ha scritto su Facebook il vice premier Luigi Di Maio – non fermeranno chi ogni giorno fa il suo lavoro, al servizio dello Stato e della sicurezza delle persone».  «I parchi nazionali e le aree protette – dice Donatella Bianchi, presidente del Wwf Italia – in molti casi rappresentano l’ultimo presidio di legalità in difesa del nostro capitale naturale: proprio per questo chi li preserva spesso si trova nel mirino della criminalità».

«A giorni la nomina per il Circeo sarà effettiva – conclude il ministro Costa – così come quelle di altri Parchi italiani con professionalità di alto spessore e che sapranno lavorare al servizio del bene comune e della tutela del territorio e della biodiversità. Adesso tutti gli attori concorrano ad accelerare il processo lavorando tutti insieme per il bene della collettività e dell’ambiente. Non tolleriamo attacchi criminali ai parchi». Sul caso intanto indagano i carabinieri del comando provinciale di Latina.

 

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.