sabato, Luglio 20

Dopo il concertone rimosse 45tonnellate di rifiuti


Bottiglie e cartacce hanno invaso piazza San Giovanni che stamattina è stata riaperta al traffico

di Nico Luzzaro

Circa 45 tonnellate di rifiuti, soprattutto cartacce e bottiglie. E’ questo quanto rimasto in piazza San Giovanni dopo il tradizionale Concertone organizzato da Cgil Cisl Uil che, nonostante la pioggia, ha riunito ragazzi e adulti provenienti da tutta Italia. Le operazioni di pulizia sono partite subito dopo la performance canora e l’Ama ha messo in campo complessivamente 130 operatori e 40 mezzi (spazzatrici, innaffiatrici, lavastrade, mezzi a vasca, bilici, compattatori, pale meccaniche, ecc.), assistiti da un’officina mobile. Il personale dell’azienda dei rifiuti inoltre ha presidiato le cinque aree di pre-filtraggio, dove erano stati posizionati 25 cestoni getta-rifiuti a vista.

Sin dalle prime ore di questa mattina sia piazza San Giovanni in Laterano sia tutte le strade limitrofe (piazzale Appio, via Emanuele Filiberto, via Carlo Felice, ecc.) sono state riaperte al traffico e alla regolare viabilità. Interventi di rifinitura, fa sapere l’Ama, sono tuttora in corso e termineranno non appena il palco e le attrezzature allestite per l’evento saranno state interamente smontate (come già definito in sede di conferenza dei servizi). Squadre dedicate stanno inoltre effettuando operazioni di igienizzazione e sanificazione presso l’area di San Giovanni in Laterano e le zone di afflusso/deflusso adiacenti la stazione Termini. Entro la mattinata verrà ultimato il riposizionamento dei cassonetti rimossi per motivi di sicurezza dalla piazza e dalle aree limitrofe.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.