Il 30% dei romani dichiara meno di 10mila euro l’anno

Feb 28, 2019

Dai dati dello studio Uil anche in altre parti d'Italia non si stra meglio
di Ma. Te. Ci.

Il 30% dei romani dichiara meno di 10mila euro l'anno

Il 30 per cento dei contribuenti romani dichiara meno di 10 mila euro annui. A Latina la quota sale al 37 per cento. Ciò significa che nella Capitale circa 900 mila contribuenti su 2.870 milioni guadagnano annualmente meno di cinque mila euro. E nel capoluogo pontino si tratta di quasi 140 mila persone su 375 mila. 

Questo quanto emerge da uno studio della Uil relativamente alle dichiarazioni dei redditi 2017, dove emerge che nella nostra regione il 30,3% dei contribuenti ha un reddito medio dichiarato di 4.470 euro l’anno. Un dato purtroppo in linea con l’andamento nazionale dove quasi il 40% dei contribuenti del Mezzogiorno e il 23,6% di quelli del Nord Italia ha, stando alle dichiarazioni, una retribuzione che si aggira intorno ai 4.500 euro.

Spicca in questa triste classifica il dato della Calabria dove la quota dei contribuenti under 10 mila supera il 45% e quello della Sicilia dove la percentuale è pari al 41,4%. Sul fronte opposto Lombardia ed Emilia Romagna dove le percentuali scendono rispettivamente al 22,6% e 22,8%. «Questo significa – spiegano dal sindacato – che 12 milioni di persone su 41 milioni di contribuenti vivono con un reddito in linea con i parametri previsti per il reddito di cittadinanza. Non sarà certo il reddito di cittadinanza che farà aumentare i salari, ma politiche di investimento per rilanciare l’economia oggi stagnante e la riduzione del lavoro e del fisco. Oltre che un innalzamento della soglia della No tax area fino a 9.360 euro, in modo che chi guadagna lo stesso importo del reddito di cittadinanza abbia la stessa imposizione fiscale».

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest