M4M Music for memory. Al Gemelli un evento per realizzare centro di ascolto malati demenza

Ago 31, 2018

Appuntamento Il 20 settembre all’auditorium della Cattolica per un aperitivo con tanti artisti
di Francesca Lici

M4M Music for memory Si chiama «M4M Music for Memory». Sarà un aperitivo in musica che si propone un obiettivo: «realizzare presso il Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs «un Centro di ascolto in grado di offrire ai malati di demenza (Alzheimer ed altre forme) e alle loro famiglie informazioni sullo stato della ricerca e sulla cura delle demenze, e risposte scientificamente validate alle numerose e incontrollate fake news che circolano in internet e sui media».

«Il Centro di Ascolto – fa sapere l’Università cattolica – promosso da Associazione Italiana Malattia Alzheimer (Aima) e Fondazione Policlinico Agostino Gemelli Irccs – Università Cattolica e si avvarrà del coordinamento di un board scientifico di ricercatori e clinici che fornirà risposte puntuali e qualificate a un giovane borsista che fungerà da tramite con la Linea Verde Alzheimer che Aima tiene aperta da più di vent’anni».

 

L’appuntamento è fissato per giovedì 20 settembre alle ore 19 e trenta presso presso l’Auditorium dell’Università Cattolica (Largo F. Vito, 1) alla vigilia della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, che si celebra il 21 settembre. Tra i protagonisti Alessando Haber, sono attese le presenze di attese Francesca Chillemi, Valeria Fabrizi, Terence Hill, Elena Sofia Ricci, Giulio Scarpati, Luca Zingaretti. La manifestazione sarà presentata da Livia Azzariti. Accanto ad Haber, la Rossini Jazz Band con il Professore Paolo Maria Rossini, direttore dell’Area di Neuroscienze della Fondazione Policlinico A. Gemelli IRCCS e ordinario di Neurologia all’Universita’ Cattolica, promotore dell’iniziativa insieme al Presidente Nazionale Aima Patrizia Spadin.

«Aima – conclude l’Università cattolica – non dimentica il suo primo obiettivo di sostegno alle famiglie e attraverso la linea verde Alzheimer 800 679679, dal 1997 è accanto ai familiari, che da tutta Italia chiedono informazioni e chiarimenti sulla malattia e le cure, consigli, suggerimenti e indicazioni per vivere accanto al malato, ma anche consulenza e supporto di tipo legale o psicologico. Diecimila telefonate l’anno, rendono questa linea verde una finestra privilegiata sul mondo delle vittime della malattia). La Linea Verde Alzheimer è aperta 8 ore al giorno 9,30/17,30 (in agosto 10,00/17,00) tutti i giorni feriali dell’anno. Rispondono psicologi e operatori formati».

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest