Boom di rinnovabili. L’analisi di EnergRed

Lug 26, 2022

Un milione di impianti nel 2021. Attesi 5 Gw entro la fine del 2022
di Redazione

rinnovabili«Il numero degli impianti entrati in esercizio al 31 dicembre 2021 – pari a 1.016.083 installazioni – è significativamente più elevato rispetto all’analogo dato rilevato nel 2020 (+44,8%) e risulta parimenti positiva anche la variazione della potenza installata che registra un valore di 22.594 megawatt (+25%)». E’ quanto evidenziano gli analisti di EnergRed, E.S.Co. impegnata nel sostenere la transizione energetica delle Pmi italiane con un particolare focus sulle fonti rinnovabili e sul solare. E per il 2022 sono attesi altri 5,1 gigawatt, tra sistemi già in funzione e quelli in attesa di collegamento, secondo quanto ha annunciato il ministro alla Transizione ecologica Roberto Cingolani. Insomma il numero di impianti cresce superando di gran lunga le performance del 2020 e del 2021. Ecco allora che spostando il metodo di produzione verso fonti rinnovabili con la transizione energetica si potranno risolvere gran parte dei problemi-Paese nonché – e non meno importante – si contribuirà largamente a ridurre le emissioni e a invertire così la rotta del cambiamento climatico.

Per le aziende è una scelta di estrema importanza strategica, perché produrre energia da impianti fotovoltaici costa un sesto rispetto alla produzione nelle centrali turbogas: una scelta significativa da un punto di vista economico ma anche a livello ambientale perché questa transizione permetterebbe una realistica riduzione delle emissioni di gas climalteranti per un volume pari a 33 milioni di tonnellate di CO2, equivalenti al 10% del totale prodotto sul nostro suolo. Con la metodologia Energred Care&Share. il passaggio alle rinnovabili per le imprese avviene a costo zero, potendo godere direttamente di un beneficio economico e di una maggiore resilienza operativa. Per dare ancor più valore sociale alla transizione energetica Energred concretizza ora un impianto fotovoltaico in autoconsumo in Campania, per i lavoratori della cooperativa WBO Italcables.

«Un virtuoso esempio di come i lavoratori possano riprendere in mano, in modalità cooperativa, il destino ed il futuro della loro azienda – sottolinea Moreno Scarchini, Ceo di EnergRed».  Per questo impianto, EnergRed ha lanciato una campagna di lending crowdfunding sul portale Ener2Crowd.com e in appena due giorni dalla pubblicazione dell’offerta sulla piattaforma è stato raggiunto il target minimo di raccolta di 250mila euro. Pochi giorni dopo il progetto è andato in overfunding superando i 300mila euro di raccolta e portando così a concludere la campagna con tre settimane di anticipo rispetto alla chiusura prevista al 30 luglio 2022. Avvalendosi della collaborazione con Ener2Crowd.com in questa occasione è stato offerto al crowd un tasso di rendimento del 6% per 24 mesi, offrendo di fatto alle persone un’occasione per sostenere la transizione energetica del Paese e allo stesso tempo di proteggere i propri risparmi un momento di grande difficoltà macroeconomica. Ma al di là dell’eclatante caso di WBO Italcables che ha consentito di arrivare a un record minimo per l’energia, la metodologia Energred è in grado di garantire energia da tecnologia fotovoltaicaa tutte le imprese ad un prezzo medio omnicomprensivo di 150 euro per MWh. Un prezzo che può scendere fino a valori intorno ai 100 euro per MWh nelle zone a maggiore disponibilità di risorsa solare, il che rende l’energia fotovoltaica italiana in autoconsumo la fonte più conveniente per i bilanci delle aziende e per l’ambiente, nonché la soluzione più rapida da implementare per rendersi energeticamente indipendenti.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest