lunedì, Settembre 16

Giorno: 7 Giugno 2019

Torna il Roma Pride per le strade della Capitale

Torna il Roma Pride per le strade della Capitale

Cronaca e Attualità
Torna il Roma Pride per le strade della Capitale. Domani, sabato 8 giugno, i carri della comunità Lgbt, insieme a migliaia di cittadini, sfileranno per la città “per sognare una società diversa, libera e laica”. L'edizione di quest'anno, dicono gli organizzatori, sarà accompagnata da due ricorrenze particolari: sono passati 50 anni infatti dai moti di Stonewall del 1969, la ribellione della comunità Lgbt di New York, e 25 anni dal primo Pride unitario in Italia, che si tenne a Roma nel 1994 e che ha dato il via al movimento dei Pride italiani. Quest'anno saranno oltre 30 le manifestazioni in tutto il Paese. “Come per tutte le ricorrenze - ha spiegato il portavoce del Roma Pride, Sebastiano Secci - non possiamo limitarci a spegnere le candeline. La manifestazione di quest’anno è infatti
Per Ama serve un cambio di passo. E una strategia innovativa

Per Ama serve un cambio di passo. E una strategia innovativa

Interventi
Ci risiamo. Il fragile sistema della gestione e dello smaltimento dei rifiuti romani sta mettendo nuovamente in ginocchio la città. Cassonetti stracolmi, rifiuti sui marciapiedi: i quartieri della città sono allo stremo. Tra scarsi impianti - che tra le altre cose rischiano il collasso ogni giorno - strutture andate a fuoco, rifiuti spediti in altri Comuni, mezzi vecchi di quasi venti anni e fermi per riparazioni in officine nelle quali il personale è sotto organico del 30 per cento, un bilancio ancora non approvato, l’Ama sembra ogni giorno di più fuori controllo. In un quadro del genere è troppo facile parlare di complotti. Troppo assolutorio per il Comune liquidare le storiche inefficienze di Ama tentando di far ricadere le colpe sui lavoratori. Troppo vile prendersela con chi è in