lunedì, Settembre 16

Giorno: 10 Dicembre 2018

Venerdì sciopero del settore privato della Sanità

Venerdì sciopero del settore privato della Sanità

Economia e Lavoro
«Ogni lavoratore della sanità privata ha perso ogni mese almeno 200 euro lordi, a cui si sommano perdita di produttività, costi della formazione a carico dei dipendenti e gli avanzamenti di carriera bloccati». Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini, rispettivamente segretari generali di Fp-Cgil Roma e Lazio, Cisl-Fp Lazio e Uil-Fpl Roma e Lazio fanno i conti della voragine salariale che si abbatte sui 25mila operatori della sanità privata del Lazio e sferrano l'attacco alle organizzazioni datoriali, Aris e Aiop in testa. «E’ una condizione - spiegano - che non esiste negli altri comparti pubblici o privati. L'imprenditoria sanitaria si comporta come un pessimo datore di lavoro, e a rimetterci oltre ai lavoratori sono anche i servizi alla salute dei cittadini. Il 14 dicemb
Aumenta la disabilità nel Lazio

Aumenta la disabilità nel Lazio

Sociale
Oltre 330 mila le persone in condizione di disabilità nel Lazio, 40 mila in più rispetto al 2014 e oltre 100mila unità in più negli ultimi venti anni: da un fronte l’incremento delle patologie legate alla cosiddetta terza età (invecchiamento in forte aumento nell’ultimo quinquennio) con tipologie relative all’autosufficienza e che richiedono assistenza e servizi integrati, dall’altro quello giovanile con il riconoscimento ufficiale dei disturbi dell’apprendimento, dell’attenzione e del comportamento, quale l’iperattività. Dai dati della Uil del Lazio e dell’Eures si scopre che Roma è la provincia della nostra regione con il più alto numero di persone disabili, seguita da Latina. Le difficoltà variano dal lato psichico che fisico. Sottolinea il sindacato "che le barriere vanno dalle peda